STOCCARDA-HOTEL.IT

Bandiera della provincia di Ogliastra

 

INFO GENERALI

 

DOVE DORMIRE

 

COSA VEDERE

 

NOLEGGIO AUTO

 

SARDEGNA

 

 

 

Ogliastra altri comuni

Ulassai

Nel cuore dell’Ogliastra, a 750 metri sul livello del mare, fra il grande complesso del Tacco di Ulassai a nord e l'imponente Monte Tisiddu troviamo il comune di Ulassai (circa 1.550 abitanti).
Nei pressi dell’abitato troviamo un importante complesso di grotte che quando le piogge si fanno più intense danno origine alle grandiose cascate di Lequarci. La grotta principale è la Grotta di Su Marmuri con i suoi 800 metri di lunghezza e le sue concrezioni interne.
Sempre nei dintorni del borgo si trovano le foreste sempreverdi dei Tacchi, caratterizzati da un ricchissimo patrimonio faunistico che ha portato all’istituzione dell'Oasi faunistica di Girisairi.
Caratteristica unica di Ulassai sono le fontane. Il paese ne ospita tantissime, ma la più importante è la "Funtana e s'era" fontana dell'edera.
Centro agricolo e pastorale, Ulassai, offre tantissimi prodotti della tradizione che vanno dai manufatti realizzati con l’antico telaio orizzontale alla realizzazione artigianale delle bisacce "taschittas", dei "Taglieris" e delle "Stiariccas".
Molti i prodotti tipici della zona, come il formaggio di capra o il “pane pintau" o "pane e coia", il cosiddetto pane bianco per i matrimoni. Infine, dal punto di vista folkloristico, il paese è famoso per il carnevale su Maimulu, antico e autentico carnevale ogliastrino con curiose e bellissime maschere tipiche.


  • PRO LOCO DI ULASSAI
  • Vivo IV° Corso Vittorio Emanuele II°
  • 08040 Ulassai
  • Tel. +39.0782.79318 - fax +39.0782.787037
  • E-mail: ulassai@ulassai.net

Urzulei

A 511 metri sul livello del mare troviamo il piccolo paese di Urzulei, poco meno di 1.500 anime. è la meta ideale per escursionisti e amanti della natura allo stato puro. Il suo paesaggio si caratterizza per le montagne impervie di tipo calcareo dette Supramonte, ricoperte di boschi di lecci e di lentischi dove si trovano soprattutto mufloni e cinghiali.
Urzolei è conosciuto per la produzione di alcuni prodotti alimentari di nicchia, come il "Caggiu 'e Crabittu"(caglio di Capretto, più precisamente si tratta dell'abomaso dell’ovino, ripieno di una pasta semi-solida, acidula, molto piccante).
Inoltre, il borgo, ogni estate, nel mese di luglio, un campionato di morra molto famoso,che vede partecipanti provenienti da ogni parte d’Europa).



Ussassai

Piccolo centro montano della Barbagia di Seulo (alle pendici nord-est del monte Arcuerì) dal nome curiosissimo.
Ai suoi visitatori offre una natura splendida, incontaminata e a tratti selvaggia. Il suo territorio, caratterizzo da Tacchi, imponenti affioramenti rocciosi calcarei, ospita boschi e foreste di lecci e querce, corbezzoli, macchia mediterranea, sorgenti.
Il piccolo centro è attraversato dalla suggestiva ferrovia turistica a scartamento ridotto Mandas-Arbatax.


Villagrande Strisaili

Lungo un pendio del monte Suana a 689 m di altitudine, troviamo Villagrande Strisaili (la prima parte del toponimo è la traduzione in lingua italiana di Bidda Manna, derivato dal latino Villa Magna, ossia villaggio grande, mentre Strisaili riprende la locuzione sarda Tres Ailes, "tre ovili").
Affacciato sulla parte orientale, sulla piana ogliastrina, il nucleo abitato, caratterizzato da piccoli altipiani calcarei e valli con ripidi fianchi, è al centro del bacino idrografico del rio Sa Teula, con i suoi piccoli affluenti (rio S'Arrescotu, rio Bau Arcili, rio Bau 'e Pòrcos, rio Figu Niedda e rio Isadalu).
Paese dalla forte vocazione agricola,vanta un patrimonio naturalistico di grande pregio: è, infatti, ricchissimo di laghetti, corsi d’acqua e boschi di leccio e rovere. Chi ama la natura e le escursioni s’innamorerà dei boschi di Santa Barbara, Sa Pauli, Monte Idòlo, Saromonis, Nuradulu, e delle foreste Gambasuntas.
Numerose anche le testimonianze prenuragiche e nuragiche rappresentate da cinque domus de janas - strutture sepolcrali preistoriche costituite da tombe scavate nella roccia- in perfetto stato di conservazione, da sette tombe dei giganti, da diciassette nuraghe, da dieci villaggi nuragici e da un menhir (Sa Preda’e s’Orcu). Nel sito nuragico di S’Arcu’e Forros si può ammirare un tempio a Megaron e due templi a pozzo, mentre nel bosco di Santa Barbara s'incontrano i resti di una tomba megalitica.



1 - 2 - 3 - 4

Condividi

 

Cartina

Ogliastra-Sardegna.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 




STORIA E GEOGRAFIAUn po' di cultura

MAPPE UTILIPer non perdersi

LUOGHI DA VISITAREPer non perdersi il meglio

OGLIASTRACosa c'è da sapere